In data 26 maggio il Presidente di AIFI Veneto, Donato Lancellotti, rappresentando anche le associazioni delle professioni sanitarie riunite nel coreps, è intervenuto al convegno dal titolo “i percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali tra qualita’ delle cure, appropriatezza, sostenibilita’ e governance dei sistemi sanitari in trasformazione discussione critica sul tema”, tenutosi a Venezia presso l’ Università Ca’ Foscari, organizzato da AXSIS ed E.Ma.S..

Sono intervenuti rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità, di FNOMCeO, Ipasvi, Federsanità, esperti della Regione Veneto, Professionisti, assistenti sociali e rappresentanti dei cittadini direttamente coinvolti nei PDTA.

L’occasione è stata importante per misurare il livello di reale attuazione, coinvolgimento e conoscenza di questi percorsi, ma sopratutto per rappresentare l’urgenza di costruire reali legami di conoscenza tra professionisti che spesso operano a favore della persona assistita in modo non sinergico.

Il Presidente Lancellotti ha sottolinato, ribadendo quanto detto anche dal collega Schiavon di Ipasvi, che i percorsi di salute non possono esaurirsi nella fase diagnostico-terapeutica (spesso per lo più ospedaliera) ma devono includere le competenze assistenziali e riabilitative aprendosi al coinvolgimento dei professionisti anche di area territoriale. L’occasione è stata quindi utile per sottolineare l’importanza di ampliare leprofessioni che vengono comunemente coinvolte nella progettazione e nella attuazione dei PDTA in essere.

 

il direttivo regionale di A.I.FI. Veneto