Pubblicato il libro sull’indagine sociologica in fisioterapia: accedi alla presentazione

Il fisioterapista in Italia. Un professionista della cura riabilitativa

 

Marco Trucco

Un libro di:
Marco Ingrosso
Con la collaborazione di Alfredo Alietti, Enrico Marchetti, Mirco Peccenini, Pierpaola Pierucci, Emanuela Spaggiari

 

Editore: Aracne, Roma, 2013, € 20 (e-book €12)

 

 

Il volume presenta i principali risultati di un’ampia ricerca svolta sulla figura del fisioterapista in Italia. Essa costituisce la prima indagine di ampiezza nazionale sul tale professione realizzata nel nostro paese e si compone di tre parti fra loro coordinate.

copertina

Nella prima viene presentato il quadro storico, normativo, formativo e organizzativo entro cui si definisce questa professione sanitaria, nonché alcuni dati relativi agli iscritti ai corsi di laurea di primo e secondo livello e alle prospettive occupazionali. Questa parte si conclude con un’analisi dell’associazionismo professionale, che costituisce una componente essenziale per l’identificazione e la capacità di azione di una categoria lavorativa.

Si deve premettere che questa ricerca, nel suo complesso, è stata avviata grazie all’iniziativa e al sostegno dell’AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti) e condotta – in autonomia scientifica e progettuale – dall’équipe del “Laboratorio Paracelso – Studi sociali sulla salute, la cura e il benessere sociale” dell’Università di Ferrara diretta da Marco Ingrosso, professore ordinario di Sociologia della Salute presso questa Università. Essa aveva l’intento di sviluppare un’analisi sull’identità e sulle prospettive della figura del fisioterapista nell’attuale contesto sociale e sanitario.

La seconda parte della ricerca è dedicata ad un’analisi e valutazione della condizione della professione in Italia condotta attraverso interviste semi-strutturate e focus-group rivolti alla dirigenza regionale e nazionale dell’AIFI. Tale parte qualitativa, da un lato discute i dati strutturali relativi all’occupazione e formazione, dall’altro fa emergere riflessivamente dall’interno il difficile cammino che ha come obiettivi l’identità, il riconoscimento, la qualificazione di questa professione. In tale parte emerge come la figura del fisioterapista abbia compiuto molti passi definitori e di legittimazione, ma – al contempo – si trovi nel divenire di un percorso ancora incompiuto non solo sul piano normativo, ma altresì in termini di percorsi formativi soddisfacenti, di sviluppi teorici e scientifici consolidati, di pienezza dell’autonomia professionale in sede di divisione del lavoro sanitario. Diversi sono quindi i bivi, le incertezze, le potenzialità che si pongono davanti alla categoria e che vengono analizzati approfonditamente da questa parte dell’indagine.

La terza parte presenta e discute i risultati di un’indagine campionaria nazionale condotta attraverso questionari strutturati somministrati on line ad un numero consistente e significativo di fisioterapisti in servizio attivo. Essa tocca i principali temi già affrontati nella seconda parte, evidenziando differenze culturali, di orientamento, di posizione lavorativa, di età, di formazione e di genere che attraversano questo gruppo professionale. L’indagine raccoglie, accanto a dati fattuali, le opinioni e valutazioni degli appartenenti alla categoria su diversi temi centrali quali: i percorsi formativi attuali e attesi, le prospettive occupazionali (attuali e possibili anche in aree contigue), le condizioni di lavoro, le percezioni relative all’identità, al riconoscimento, alle relazioni con le altre categorie sanitarie e con i pazienti. Un ampio approfondimento è dedicato ai temi della scienza, della corporeità, delle relazioni di cura, evidenziando specificità inedite che questa figura possiede e che – probabilmente – non sono state ancora adeguatamente assunte e valorizzate, specie in sede formativa. La terza parte si conclude con un’analisi della questione dell’associazionismo professionale, dell’appartenenza e motivazione, delle prospettive attese che proiettano questa categoria verso un futuro di medio e lungo periodo.

Il volume risulta di particolare interesse per tutti coloro che praticano o intendono praticare la professione di fisioterapista e di responsabile dei Servizi Riabilitativi, nonché per coloro che si occupano in sede formativa dei nuovi fisioterapisti e dell’aggiornamento di coloro che sono in servizio. Il volume (disponibile sia in versione cartacea sia scaricabile on line) è richiedibile presso le librerie o direttamente all’editore.