Fisioterapia e mondo del lavoro: un successo

Grande successo all’incontro con gli studenti di Fisioterapia del polo di Padova

 

Giovedì 11 si è tenuto a Padova l’incontro Fisioterapia e mondo del lavoro. Ha aperto i lavori, di fronte a 62 studenti in Fisioterapia, il dott. Antonio Quinci, direttore delle attività teorico pratiche e del tirocinio delle sedi di Padova, Santorso, Conegliano, Venezia e Rovigo. Gianbattista Manganello ha invitato i futuri fisioterapisti a considerare che la fisioterapia è una scienza giovane e ancora deve esplorare il settore della prevenzione, aprirsi al sociale. I settori di impiego che lui vede in sviluppo sono la prevenzione, appunto, l’area del benessere, l’Ospedale di comunità, un fisioterapista a contatto con il medico di base. Daniele Salvagnini ha presentato il GIS Sport che lui guida in Veneto, spiegando come si cerchi di creare una cultura della fisioterapia sportiva: nella formazione post lauream ha ricordato le formazioni da privato e i Master di Siena, della Cattolica e di Pisa. Il presidente di AIFI Veneto, Donato Lancellotti, ha detto che il fisioterapista deve avere una parola d’ordine: Innovazione! star dietro al nuovo mercato e quando cerca lavoro, dimostrare e dichiarare le proprie competenze. Ha spiegato il ruolo di AIFI per il professionista: AIFI non si occupa di “mercato del lavoro” ma sta nel mondo del lavoro, non è un sindacato ma un gruppo di persone che accolgono e promuovono i nuovi arrivati. Come diceva don Tonino Bello, “ da soli non si può più andare avanti”. E così benvenuti futuri colleghi!!

Lucia Coppola
Ufficio rapporti con l’Università

il mondo del lavoro Pd