ESSERE RESPONSABILMENTE LIBERO PROFESSIONISTA: IL DIARIO DELLA GIORNATA

A un mese di distanza torniamo a parlare del convegno sulla libera professione tenutosi il 4 maggio scorso a Padova: un evento fortemente voluto, sentito e supportato da tutta la Direzione regionale AIFI Veneto, in seguito alle sempre più numerose richieste da parte dei soci.

Gestione dei controlli da parte dei NAS negli studi privati, utilizzo elettromedicali, comportamenti da tenere con pazienti senza prescrizione medica ecc : questi i temi principali che sono stati affrontati di fronte ai 100 partecipanti al Convegno.

In attesa di riproporre tale incontro entro al fine del 2019, vi offriamo un breve diario della giornata, per informarvi, seppur parzialmente, dei temi dibattuti.

Dopo i saluti iniziali del presidente di AIFI Veneto Carla Mucelli, ha aperto il Convegno Simone Cecchetto, attuale vice-presidente AIFI Nazionale, che ha incentrato il proprio intervento sull’accesso diretto e indiretto alla fisioterapia, avendo contribuito in prima persona alla realizzazione del Policy Statement di AIFI sull’”Accesso alle Prestazioni Fisioterapiche “

Subito dopo ha preso la parola Elena Bordignon, responsabile uff. libera professione di AIFI Veneto, che ha presentato il “kit essenziale del libero professionista”: una serie di documenti indispensabili per una gestione corretta e responsabile del proprio lavoro, da tenere in studio e far compilare al paziente.

E’ toccato poi all’Avv. Spitaleri, specializzato in diritto sanitario e responsabilità civile, che collabora con AIFI Veneto e AIFI Nazionale da anni, spiegare il tema delle interferenze professionali e abuso di professione medica dal punto di vista legale analizzando le situazioni critiche  che si possono verificare quotidianamente nella pratica clinica e proponendo buone prassi.

Il dott. Buzzi, agente di Italiana Assicurazioni, ha invece parlato di responsabilità civile professionale, assicurazione e rapporto in caso di danno alla persona assistita, con lo scopo di promuovere comportamenti preventivi adeguati rispetto a eventi avversi.

Prima del light lunch è stato dato spazio a un’approfondita tavola rotonda nella quale i relatori hanno cercato di rispondere a quesiti, dubbi e perplessità dei presenti

Nel pomeriggio si è svolta l’Assemblea regionale annuale di AIFI Veneto, dopo la quale si è proseguito con la relazione di Daniele Cariani, past president di AIFI Veneto, che ha introdotto il tema del rischio clinico negli studi professionali, prima di passare il microfono ad Andrea Peruffo, che ha affrontato il tema della sicurezza degli impianti e delle buone pratiche nella gestione degli elettromedicali, al fine di garantire la sicurezza nelle cure.

La chiusura delle giornata è stata affidata a Donato Lancellotti, attuale segretario nazionale AIFI, che ha parlato di un tema molto sentito e sempre attuale, come quello della sicurezza nel trattamento dei dati sanitari.

La Direzione regionale di AIFI Veneto, entusiasta per la numerosa presenza e l’attiva partecipazione durante questo importante evento formativo, invita i colleghi a monitorare costantemente i canali social di AIFI Veneto e le nostre comunicazioni via mail, per rimanere sempre aggiornati su iniziative e novità.

Vi esortiamo, inoltre, a vedere il video della giornata del 4 maggio e ascoltare le parole della responsabile uff. libera professione Elena Bordignon e della presidente AIFI Veneto Carla Mucelli.

> Vai al video